Non sai cosa mettere nella borsa per il parto? Prepariamola insieme!

6. 5. 2022 · Tempo di lettura: 6 minuti

Ti stai preparando al parto, in tutti i modi: psicologicamente, fisicamente, praticamente. Ma fare la borsa da portare in ospedale è la cosa che hai rimandato più e più volte: “come faccio a sapere cosa servirà?” “e se dimentico qualcosa?” Rispondiamo a queste tue domande con una semplice guida e una lista di riferimento che spazzerà via ogni preoccupazione!  

Cosa servirà a te mamma 

Prima di iniziare: spesso ci si chiede quando è il momento di preparare il borsone. Sicuramente la risposta non è “qualche giorno prima” come quando fai la valigia per la vacanza al mare! Ma non c’è un momento giusto e uno sbagliato: se sei una mamma precisa e che ha bisogno che sia tutto organizzato per tempo, allora ci starai già pensando dal settimo mese, altrimenti è a partire dal nono mese che comincia a diventare reale questo momento. In generale, sempre meglio stare tra la 36° e la 37° settimana: non troppo presto e non troppo tardi! 

Ma adesso iniziamo davvero… 

All’ingresso servirà informare i medici delle tue condizioni di salute attuali e durante tutta la gravidanza; perciò, comincia mettendo la cartellina con tutta la documentazione. Senza dimenticare la comodità, poi, pensa a tutti gli indumenti che possono servire: la camicia da notte per il parto, che sia leggera e preferibilmente aperta sul davanti; aggiungine poi un paio per i giorni dopo la nascita che siano aperte per agevolare l’allattamento. 

Il travaglio potrebbe durare molto tempo e giustamente potresti accusare stanchezza nel corso di queste ore, per evitare quindi che le forze ti abbandonino è solitamente consentito mangiare qualcosa durante il travaglio (chiedi sempre conferma al tuo medico). Sono consigliati alimenti energetici come ad esempiodelle barrette, scegli le tue preferite e mettile in borsa!

Inoltre bisognerà indubbiamente pensare agli assorbenti specifici per il post parto, che siano anallergici e più grandi e delicati di quelli normali.  
E per quando tutto sarà finito… scegli i vestiti con cui vuoi uscire! Ricordati di preferire abiti e scarpe comode che non ti diano fastidio. 
Dedicati adesso a tutto quello che riguarda l’igiene quotidiana: immagina di partire per un viaggio, sarà il più bello della tua vita se ci pensi bene. Cosa ti servirà? Partiamo dalle basi: spazzolino, dentifricio, shampoo, detergente liquido, detergente intimo, salviette monouso (sia per te che un paio di salviettine specifiche per il cambio) e fazzoletti di carta. Non dimenticare le coccole quotidiane: crema idratante per il viso e per il corpo e una spazzola per capelli.


Non dimenticarti di concederti una coccola:


Cosa servirà per l’allattamento;

Andiamo pian piano sempre più sullo specifico… specialmente se è la tua prima volta, questa potrai considerarla una lista salva vita! Partiamo da due reggiseni per l’allattamento (è sempre meglio lasciare il seno più libero possibile ma torneranno utili durante le visite o nel giorno delle dimissioni) e le coppette assorbilatte.  


Per prevenire arrossamenti e rinfrescare la pelle del seno e del capezzolo, sin dalla prima poppata post-parto sarà bene avere proteggi capezzoli e una crema lenitiva. 
E infine, a proposito di allattamento… è bene imparare sin dalle primissime volte la giusta posizione e postura che ti mantenga comoda e al contempo rilassata: per questo, vai subito a mettere in borsa il tuo cuscino per l’allattamento insieme ad un contenitore per la conservazione del latte in caso di necessità! 


Questi prodotti ti aiuteranno nell'alattamento


Cosa servirà al bambino

Qui sarai già preparatissima grazie all’aiuto di chi ha partorito prima di te e si è assicurato tu non stessi lasciando nulla al caso. Ma facciamo un rapido controllo! 
Sicuramente una media di tre cambi che comprendano body, tutina e calzini: come per te, anche per il bambino sceglierai la pesantezza più adeguata alla stagione. 

 

Adesso puoi davvero dire di essere pronta!

Ma prima di chiudere tutto: controlla di avere il caricatore del tuo cellulare e anche qualche oggetto che ti ha sempre accompagnata nelle tue giornate importanti, per sentirti confortata e coccolata in attesa del grande momento. E cosa importante: non dimenticare di fare una lista dei cibi di cui ti sei privata per 9 mesi e ora puoi mangiare! Scomettiamo che un bel panino al prosciutto crudo unito alla gioia di vedere finalmente il tuo bimbo ti renderanno la persona più felice della terra!


Prenditi cura del tuo bambino con questi prodotti