Porridge: la colazione per chi vuole rimanere a dieta con gusto

19. 8. 2022 · Dott. Enrico Magri · Tempo di lettura: 8 minuti

Ti sarà capitato sicuramente di scorrere il feed di Instagram o un video su Tiktok ed imbatterti in una strana preparazione densa, a tratti quasi cremosa, proposta in mille varianti differenti. Stiamo parlando del porridge, un piatto molto consumato in America ed Inghilterra durante la colazione, che è sempre stato un po' disprezzato dal resto del mondo a causa del suo aspetto non allettante. Oggi, invece, gode di un enorme popolarità e successo grazie alla ribalta dei social, che ne promuove le caratteristiche nutrizionali, la rapidità di preparazione e la possibilità di svagare con la fantasia per creare tante combinazioni salutari e dallaspetto appetitoso. In questo articolo scopriremo come da una semplice moda possiamo trarre tutti i benefici offerti dallavena, un alimento funzionale che arricchirà la nostra routine mattutina e offrirà numerosi vantaggi al nostro organismo, tramite le nostre ricette facili da preparare. Chi ha detto che i social sono sempre negativi? 

Un super food per una super colazione

Il termine porridge si traduce letteralmente come "pappa d'avena", poiché questo cereale ne rappresenta l'ingrediente principale nella sua preparazione. 
Una preparazione che sarà semplicissima da realizzare alla quale si possono aggiungere spezie, creme di ogni tipo, cioccolato o frutta di stagione dando vita a una combinazione infinita di ricette. 


Ma perché tutti considerano il porridge come unalternativa salutare per la nostra colazione? Tutto dipende dallavena, un cereale caratterizzato da un enorme valore nutrizionale grazie ad una composizione ricca in proteine, acidi grassi insaturi, numerose vitamine, sali minerali, fibre solubili e carboidrati complessi. Tutti questi elementi permettono di definire lavena come un super food, termine che indica tutti quei alimenti aventi presunte capacità benefiche per la salute del nostro organismo, ricollegabili solitamente o una parte delle caratteristiche nutrizionali o alla concentrazione chimica complessiva.

Consumata nellambito di in una dieta equilibrata e variegata da chi svolge uno stile di vita sano, questo cereale può contribuire senza dubbio alla prevenzione di alcune delle principali malattie metaboliche come colesterolo alto, diabete e problematiche cardiovascolari. Inoltre lavena è in grado di ridurre i picchi glicemici e prevenire i picchi insulinici. I minerali e le vitamine del gruppo B permettono di donare proprietà energizzanti mentre le fibre solubilisono un grande aiuto contro gli improvvisiattacchi di fame. Hai ancora dubbi sulla tua colazione?  

Come si prepara il porridge? 

Prima di conoscere il facilissimo procedimento per ottenere un delizioso porridge, è opportuno sapere quante tipologie ne esistono: caldo, freddo e overnight oats. 
La sostanziale differenza tra i tre differenti metodi di preparazione riguarda la cottura; infatti i primi due (caldo e freddo) prevedono di cuocere lavena allinterno di acqua o latte mentre il terzo (overnoght oats) non prevede la cottura del cereale. 
Per preparare un porridge sia caldo che freddo, bisogna cuocere lavena a fiamma medio-alta mescolandola sempre fino a bollore con acqua o latte (circa 200 ml). Successivamente abbassare la fiamma al minimo e continuare a mescolare fino ad ottenere una consistenza cremosa (maggiore è il tempo di cottura maggiore sarà la cremosità). Una volta che i fiocchi hanno assorbito il liquido e raggiunta la consistenza desiderata e si può condire a piacimento con spezie, cioccolato e frutta. Ora si può già mangiare il porridge appena preparato (caldo) oppure versarlo in una tazza e porlo in frigo (freddo)

E per chi non volesse cuocere il suo porridge? Se siete persone pigre o che la mattina vanno di corsa l'overnight oatsè decisamente la soluzione che fa al caso vostro. Infatti questa colazione viene preparata la sera prima, in pochi minuti, senza cottura dellavena. 
Infatti bisogna semplicemente porre l'avena in una tazza o contenitore insieme alla bevanda scelta (latte, acqua, caffè, ect) e riporre il tutto in frigo. La mattina avremo già pronta la nostra colazione che può essere condita al momento della preparazione la sera prima o ... appena apriamo il frigo con yogurt, frutta o cioccolato! 
 

Porridge: le ricette

Ti abbiamo convinto a provare il porridge ma non sai da dove iniziare? Ecco tre semplici ricette, una volta provate non potrai più farne a meno!

Porridge freddo ai mirtilli 

  • Ingredienti per 1 porzione:
  • Fiocchi davena: 50 g
  • Acqua o latte vegetale: 200 ml
  • Yogurt greco 0%: 130 g 
  • Cacao in polvere: q.b
  • Mirtilli (o frutta fresca a proprio piacimento): 80g
  • Spolverata di frutta secca a guscio (anacardi, arachidi, mandorle, nocciole, pistacchi, cocco, ecc.) :15g

Procedimento:

  1. In una pentola antiaderente mescola i fiocchi davena con lacqua e/o latte.
  2. Cuocere il tutto a fiamma media mescolando sempre fino a raggiungere il bollore. Successivamente abbassa la fiamma al minimo e continuare a mescolare, fino a raggiungere una consistenza cremosa
  3. Poni il preparato in una tazza e una volta che si è raffreddato aggiungi lo strato di yogurt greco.
  4. Aggiungi il cacao in polvere o prepara una cremina al cioccolato (cacao in polvere con poca acqua o latte oppure sciogliendo il cioccolato fondente). 
  5. Una volta ricoperta la superficie con il cacao, copri la tazza con la pellicola trasparente e metti in frigorifero per almeno quattro ore. 
  6. Trascorso il tempo necessario, o tutta la notte, il porridge freddo è pronto per essere condito con frutta fresca e frutta secca.   

Un grande classico: Porridge inglese 

Ingredienti per due persone:  

  • fiocchi d'avena: 70 g
  • acqua:100 ml
  • latte: 100 ml
  • sciroppo dacero: 2 cucchiai
  • vaniglia (bacche o essenza):  q.b
  • frutti di bosco: 70 g
  • nocciole tritate: 1 cucchiaino
  • banana: 1/2

Procedimento: 

  1. In un pentolino dal fondo spesso porta ad ebollizione il latte e l'acqua. Si puoi decidere di cuocere lavena sia con il latte sia con lacqua e sia con acqua e latte.
  2. Aggiungi a questo punto i fiocchi d'avena, lo sciroppo d'acero (puoi utilizzare anche il miele) e la vaniglia.
  3. Mescola il tutto.
  4. Cuoci il porridge per circa 10 minuti o finchè non raggiungi la consistenza desiderata
  5. Aggiungi la frutta fresca come la banana
  6. Aggiungi le nocciole 

Buon appetito!

Overnight al caffè 

Ingredienti:  

  • Fiocchi davena: 50 g
  • Latte: 80 ml
  • Caffè: 1 tazzina o a piacere
  • Cacao amaro: 5 g
  • Zucchero o dolcificante q.b 

Preparazione: per quanto riguarda lovernight, come abbiamo visto, il procedimento di preparazione prevede di lasciare i fiocchi davena in ammollo per lintera notte in frigorifero, nel latte unito al caffè. Ricorda di dolcificare il caffè o il latte. Una volta passata la notte puoi condire la tua colazione a tuo piacimento. 


SCOPRI I PRODOTTI DR.MAX SELEZIONATI PER UNA COLAZIONE SANA E GUSTOSA


Circa l'autore
Dott. Enrico Magri
Dott. Enrico Magri
Dopo aver conseguito la laurea magistrale in Farmacia nel 2017 presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, ho intrapreso nuovamente un percorso universitario, questa volta specialistico, in Scienze della Nutrizione Umana, laureandomi presso la medesima facoltà nel 2020. Dopo aver praticato diverse esperienze lavorative come farmacista, ho acquisito abilità nella dispensazione e conoscenza accurata di farmaci ed integratori. Sono entrato nel mondo della sperimentazione clinica come study coordinator impiegato nella breast unit, che si occupa appunto della ricerca sul tumore alla mammella. Tutte le esperienze pregresse ed attuali mi hanno facilitato molto anche nel mio successivo lavoro, come Web Content Editor dove ho potuto ampliare e consolidare le mie conoscenze nel settore farmaceutico. Da qui il mio lavoro per la piattaforma e-commerce di Dr. Max, dove scrivo sia le schede prodotto che gli articoli del blog.
Leggi di più da questo autore
Circa l'autore
Dott. Enrico Magri
Dott. Enrico Magri
Dopo aver conseguito la laurea magistrale in Farmacia nel 2017 presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, ho intrapreso nuovamente un percorso universitario, questa volta specialistico, in Scienze della...
Leggi di più da questo autore