Vitamine per rafforzare sistema immunitario: le mai senza

14. 9. 2022 · Tempo di lettura: 14 minuti

Se immaginassimo il nostro organismo come un piccolo Stato, il Sistema Immunitario rappresenterebbe senza dubbio il suo esercito. Infatti questo ricco complesso di cellule con funzioni specifiche, molecole circolanti e organi coinvolti, viene definito come l’arma a nostra disposizione per sconfiggere gli agenti patogeni e quelli esterni. Capiamo cosi, come sia fondamentale preservare e favorire le difese immunitarie, per garantire il benessere del nostro corpo e prepararlo ad affrontare al meglio i cambi di stagione ed i periodi maggiore stress psico-fisico. L’asso nella manica è una sana alimentazione accompagnata da alcuni consigli di Dr. Max fondamentali per armare le naturali difese a tua disposizione. Pronti a scendere in campo?

Conosciamo meglio il nostro esercito: il Sistema immunitario

Il nostro corpo è dotato di un efficiente sistema di difesa pronto ad intervenire tempestivamente contro gli agenti estranei all’organismo: si tratta del sistema immunitario. Questo è rappresentato da diversi “soldati” come cellule deputate a funzioni specifiche e molecole che circolano in vari distretti per scovare, riconoscere ed eliminare il “nemico”, ovvero gli agenti esterni e pericolosi per il nostro organismo come virus, batteri, parassiti, cellule infettate e cellule tumorali. La maggior parte di questi agenti se non vengono fermati nella loro avanzata, possono causare diversi disagi e malattie.

Ma normalmente come ci difende il nostro Sistema Immunitario? Si avvale di due tipi di difesa, conosciuti come immunità aspecifica (o innata) e immunità specifica (o acquisita).

Nel primo caso, ovvero l’ immunità innata, tutti i meccanismi di difesa contro agenti estranei, sono pre-esistenti al primo incontro con il suddetto agente estraneo. In sintesi si tratta di elementi già a disposizione del nostro Sistema Immunitario dalla nascita, in grado di intervenire immediatamente contro l’agente estraneo, una volta riconosciuto come una minaccia. Questi sistema di difesa innato comprende tutte le barriere del corpo come la pelle e tutte quelle membrane di parti del corpo che entrano in contatto con l’ambiente esterno (orecchie, naso, bocca, ect). Inoltre sono comprese anche tutte quelle secrezioni come ad esempio la saliva o il sudore che permettono di eliminare e filtrare tantissimi agenti estranei. Nell’arsenale di difesa innata sono comprese numerose cellule e proteine che innescano e regolano la risposta infiammatoria in grado di contrastare la diffusione dei patogeni ed eliminarli. Per quanto riguarda invece l’ immunità specifica, definita anche come adattativa o acquisita, è un sistema di difesa che si sviluppa dopo la nascita. Già a partire dal primo anno di vita, il lattante è in grado di mobilitare delle cellule che vengono addestrate, potenziate ed educate a riconoscere (prima) e rispondere (dopo) agli agenti estranei che incontra in circolo. Perché viene definita come una difesa adattiva? Perché il tipo di risposta attuato si adatta in base alla tipologia di agente patogeno o estraneo incontrato. Infatti una volta che le nostre difese sono state addestrate contro uno specifico agente, una volta incontrato di nuovo svolgono una risposta di gran lunga più veloce ed efficace di quella innata. Questo tipo di risposta si base sul riconoscimento degli antigeni, ovvero sostanze proteiche che il nostro organismo riconosce come estranee e che permettono di scatenare una risposta immunitaria con produzione di anticorpi. A monte di questa risposta abbiamo i linfociti T(cellule che maturano nel timo e una volta in circolo riconoscono le cellule self dell’organismo, ovvero quelle non estranee) ed i linfociti B ( cellule che maturano nel midollo osseo, con i loro recettori captano gli antigeni, ovvero sostanze non self).

Ma essenzialmente come agiscono? I linfociti T (che sono divisi in linfociti Helper e Citotossici) devono entrare in contatto con cellule che hanno incontrato una data sostanza estranea e che ne hanno esposto la sua porzione proteica (antigene), cosa svolta da cellulce come i macrofagi. Una volta che i linfociti T incontrano i macrofagi (le famose cellule che “mangiano” gli agenti patogeni) che espongono l’antigene (un pezzo dell’agente estraneo che hanno “mangiato”) producono sostanze, chiamate citochine, che permettono di richiamare altri linfociti T in grado di eliminare le sostanze estranee. I linfociti B si trovano solitamente nei linfonodi, dislocati in diversi punti del nostro corpo. Anche loro si attivano a contatto con un antigene, il quale scatena una risposta che permette allo stesso linfocita di riprodursi e moltiplicarsi, formando dei cloni, alcuni dei quali creano delle cellule (plasmacellule), che rappresentano l’inizio della produzione di anticorpi specifici nei confronti di un determinato nemico. Gli altri cloni, invece, prederà parte ad un meccanismo di cui avrai sentito parlare, ovvero quello di prendere memoria del nemico, in modo tale da poterlo riconoscere e eliminarlo più velocemente durante un secondo incontro dello stesso antigene. Dopo questo piccolo excursus potrai certamente capire come sia fondamentale prendersi “cura” delle proprie difese naturali, perché un sistema immunitario efficiente è sinonimo di protezione dll’organismo.

rafforzare le difese immunitarie

Come possiamo rafforzare le nostre difese?

Si abbassano le temperature, un pochino di brezza leggermente più forte rispetto a quella in riva al mare ed è subito “Etciù”.Non è un caso che durante i cambi di stagione siamo molto più cagionevoli e predisposti ad ammalarci: in questi momenti infatti le nostre naturali difese sono molto più deboli. Ma come possiamo rafforzare le nostre difese e prepararci al meglio quando l’Estate è solo un vago ricordo? Sul sito di Dr. Max potrai trovare numerosi integratori che ti permetteranno di implementare le tue difese e di preparare il tuo organismo ai periodi di maggiore stress, ma ricorda che il tutto deve essere accompagnato da un’ alimentazione sana ed equilibrata. Questa rappresenta il segreto per mantenere sempre “armate” le tue “truppe” e sempre pronte a “combattere” contro i nemici estrani al tuo organismo. Conoscere i segreti in campo alimentare che ti permettono di rafforzare le difese immunitarie, ti garantirà un Sistema Immunitario reattivo e forte durante tutto l’anno pronto a rispondere anche a malanni più seri, rispetto che ad un semplice raffreddore. Anche se ti sembrerà scontato, ma garantire l’assunzione costante e variegata di specifiche vitamine e sali minerali ti permetterà di stimolare il Sistema Immunitario. Il segreto risiede nel preferire sempre la frutta e verdura fresca che offrono una fonte naturale di Vitamine.  Anche le fonti animali come fegato e pesce azzurro permettono di favorire minerali come lo Zinco e Vitamine come la D e la C, fondamentali per rafforzare il Sistema Immunitario. Un’altra strategia che puoi attuare per implementare il tuo esercito è quello di avere uno stile di vita sano che promuove una serie di regole, per te sempre banali ma mai scontate, come una buona qualità del sonno, un minimo di attività fisica costante e la riduzione dello stress (per quanto possibile ovviamente!). Studi scientifici hanno dimostrato come l’attività fisica rafforzi il Sistema immunitario rendendolo più responsivo e di come lo stress invece influenzi negativamente il numero di globuli bianchi. Sempre gli stessi consigli che puntualmente non vengono mai rispettati. Hai deciso di fare la differenza per una volta?

 

Quali vitamine prendere per le difese immunitarie

Oltre ai soliti conigli che non passano mai di moda, è giusto concentrarsi sull’aspetto nutrizionale, quello che più di tutti può quotidianamente e costantemente rafforzare il Sistema Immunitario. Infatti una dieta variegata e sana permette di integrare una serie di vitamine ed oligoelementi in grado di supportare le nostre difese, che nel caso di carenze nutrizionali in cui sono insufficienti possono invece indebolire la risposta immunitaria e rendere la persona maggiormente esposta alle infezioni e alle malattie. Ma quali sono gli elementi che possono aiutarci? E soprattutto in quali alimenti possiamo trovarli? 

  •  La Vitamina C è una delle vitamine più famose, nota per le sue proprietà tra cui quella di essere un antiossidante naturale. Ma quali sono le fonti maggiormente ricche di questa Vitamina? Per quanto l’arancia sia una fonte nota non è di certo la più sostanziosa, infatti il kiwi ha una percentuale maggiore di Vitamina C. Tra la verdura possiamo sicuramente citare il peperone che ne contiene almeno 340 mg per etto. Inoltre abbiamo il coriandolo, rucola, uva, ribes nero, timo fresco, prezzemolo, e le crucifere (cavolo, cime di rapa, verza, broccoli). Non dimenticare i famosi agrumi, ideali per mille preparazioni fresche!
  •  La Vitamina E: questa vitamina antiossidante per eccellenza è molto presente all’interno degli oli vegetali (tra questi puoi scegliere tra quello di mais, arachidi, girasole ed olio extravergine di oliva) ma non solo. Infatti è presente nell’avocado, frutto che spopola in milioni di ricette healthy per i suoi notevoli effetti benefici anche sul cardiocircolatorio. Inoltre frutta secca come nocciole, arachidi, mandorle e semi di girasole sono una notevole fonte da cui attingere durante gli spuntini o la colazione.
  •  La Vitamina D: nota per i suoi benefici sulle articolazioni ed ossa, non è altrettanto famosa per il supporto che dona al Sistema Immunitario. Olio di fegato di merluzzo, gamberi e pescigrassi (tra cui puoi trovare il tonno, salmone, sgombro e sardina) sono un’importante fonte animale. Non dimenticarti che le tue ricette possono essere arricchite anche dal tuorlo d’uovo e formaggi che presentano una notevole percentuale di Vitamina D. Ma non esiste alcuna fonte vegetale? I funghi sono l’unico caso!

Probiotici e prebiotici: le difese immunitarie forti derivano da un intestino altrettanto forte. Molti studi scientifici hanno dimostrato come un intestino sano sia correlato anche ad un sistema immunitario reattivo e forte. E quindi come possiamo raggiungere  l’equilibrio della flora intestinale ed il benessere intestinale? Ovviamente con i prebiotici e probiotici. Non dimenticare che i probiotici sono microorganismi vivi in grado di favorire un equilibrio ottimale della flora intestinale. Ma è possibile integrarli solo attraverso i fermenti lattici? Assolutamente no! Una fonte naturale è rappresentata da yogurt, kefir e tempeh (alimento derivante da un processo di fermentazione dei fagioli di soia gialli). Inoltre una fonte notevole di probiotici deriva anche dai crauti e dalla soia fermentata. Ma invece i prebiotici che sono? Sono il nutrimento dei probiotici. Infatti i prebiotici sono per lo più delle fibre alimentari non digeribili (FOS), che si possono riscontrare in alimenti come aglio, cipolla, porro ma anche fagioli, farina di frumento e frutta come le banane.  Favorendo la flora intestinale permetterai a questi batteri “buoni” di impedire l’invasione di patogeni estranei.

 

Gli estratti: le ricette di cui non sapevi aver bisogno

Avrai sicuramente sentito parlare degli estratti e degli estrattori. Qualche anno fa andavano parecchio di moda, ma per milioni di persone sono magicamente un vago ricordo. Beh, è un peccato perché mai come quella volta, le tendenze e le mode erano positive! Infatti gli estratti o più in generale il meccanismo degli estrattori di succo consentono letteralmente di spremere frutta e verdura, ricavarne il succo ricco di elementi nutrizionali e filtrare gli scarti. Infatti è possibile realizzare moltissime ricette healthy e perfette per stimolare non solo il Sistema Immunitario ma favorire il benessere di tutto l’organismo. Grazie ad un filtro posto nella macchina e alla rotazione di segmento detto coclea, il succo e polpa vengono separati, ottenendo cosi un succo concentrato di più del 15-20% rispetto al succo derivante dalle comuni centrifughe. Inoltre l’estratto, di aspetto denso e corposo è anche ricco di fibre, in grado di stimolare il benessere intestinale e, come hai appena imparato, anche un ulteriore rafforzamento del Sistema Immunitario.

centrifugato ace

Un estratto che accontenta tutti i gusti, anche dei più piccoli, è sicuramente quello Ace che comprende:

  •   1 arancia rossa
  •   ½ limone
  •    2carote
  •    ½ mango

Perché sceglierlo? Se hai letto attentamente l’articolo, in parte saprai già dare una risposta. Infatti le arance sono una fonte importante di vitamina C. Quello che non sai però è che le arance rosse contengono circa il 40% di vitamina C in più rispetto ad altre varietà, quindi sceglile sempre! Invece le carote? Queste contengono una sostanza chiamata beta carotene, in grado di stimolare le cellule immunitarie contro le infezioni. Se ti interroghi sul mango, devi sapere che è un frutto esotico ricco in betacarotene e vitamina C. Ti consiglio anche di preparare estratti a base di Papaya, altro frutto esotico, famoso per le sue proprietà antiossidanti e per questo rientra nella formulazione di diversi integratori per le naturali difese del nostro corpo.

centrifugato vitaminico

Estratto di papaya, mele e spinaci:

  • ½ papaia
  • 2 mele
  • 3 carote pelate
  • spinaci
  •  ¼ lime intero

Questo estratto sarà una bomba di sapore e di proprietà per il tuo Sistema Immunitario. Ricorda di non essere scettico a fare preparazioni a base di verdure e frutta. Con tutte le indicazioni in questo articolo potrai creare mille ricette che si sposano con le esigenze di benessere del tuo organismo e con i tuoi gusti. Ah ultimo consiglio! Ricorda che la maggior parte delle vitamine sono termolabili ovvero non resistono al calore della cottura e quindi diminuiscono il loro quantitativo all’interno degli alimenti. Questo oltre a rappresentare un ulteriore vantaggio nel preparare gli estratti, ti riporta alla mente la famosa frase “consuma frutta e verdura fresca”. Se invece sei ancora scettico sull’uso dell’estrattore e preferisci una classica spremuta d’arancia (o di altra frutta ricca in Vitamina C) ricorda che la Vitamina C è volatile e quindi devi consumare quasi immediatamente la spremuta preparata.  Se inoltre sei uno di quei tipi strani che beve una spremuta poco prima di prendere il caffè, ricorda che la caffeina ha la capacità di inibire l’assorbimento di alcune vitamine, tra cui la A e la C.

Immun'Age 60 Bustine

Integratore Antiossidante Papaya Fermentata

  • Sconto 35%
  • Restart!
61,85 94,80 €
Disponibile
Zincodyn 56 Compresse

Integratore di Zinco e Selenio

  • Sconto 32%
9,48 13,95 €
Disponibile

Articoli correlati Vitamine per rafforzare sistema immunitario: le mai senza