Si può prendere il sole in gravidanza?

8. 7. 2024 · Tempo di lettura: 13 minuti

Si può prendere il sole con il pancione? Se sei in dolce attesa e non sai come affrontare l'estate in arrivo, eccoti qualche consiglio per godere del sole anche durante la gravidanza, con un occhio di riguardo verso la tua pelle e la tua salute

Dott.ssa Annalisa Lepore
Dott.ssa Annalisa Lepore
Si può prendere il sole in gravidanza?

Esposizione al sole in gravidanza: benefici e controindicazioni

La gravidanza è un momento unico per il corpo di una donna e va affrontata con un'attenzione maggiore verso tutte le piccole cose: lo sa bene ogni mamma in divenire, perché si comincia presto a cambiare abitudini, eliminando qualche alimento e riponderando ogni giudizio in base al benessere della vita che sta crescendo.

Non c'è da allarmarsi, all'interno dell'assoluta normalità di questo periodo così speciale, non c'è motivo per rinunciare al sole ma bisognerà mettere in atto qualche strategia per evitare problemi a mamma e bambino.
Il sole in gravidanza fa bene, nella giusta misura e con le giuste accortezze. I benefici che apporta sono:

  1. Regolazione del ritmo sonno-veglia: l'esposizione ai raggi solari aumenta la produzione di melatonina e ti aiuta nell'addormentamento, aiutandoti con il sonno ballerino, tipico di questo periodo;
  2. Vitamina D: viene sintetizzata dall'interazione pelle/raggi Uv. È fondamentale per la salute generale del corpo e per il rilascio di sostanze quali serotonina e dopamina, che regolano i ritmi sonno-veglia e l'umore. Durante la gravidanza diventa ancora più importante per la crescita del feto;
  3. Umore: l'esposizione solare stimola il processo di produzione della serotonina, l'ormone del buon umore, che aiuta a controllare gli stati ansiosi e depressivi.

Per godere di questi benefici, tuttavia, non è necessario trasformarsi in lucertole al sole ma sarà sufficiente una qualsiasi attività all'aria aperta. Passeggiare alla luce solare per 15-30 minuti al giorno può, infatti, regalarti i benefici senza esporti alle possibili controindicazioni del sole in gravidanza:

  1. Aumento melanina: lo stato gravidico porta con sé molti cambiamenti, compreso un aumento incontrollato della melanina, responsabile della tintarella ma anche (ahimè) di varie forme di macchie cutanee su volto e corpo;
  2. Cloasma, melasma e "maschera gravidica": tutti questi termini servono a racchiudere un particolare tipo di iperpigmentazione causata dagli alterati livelli di ormoni come progesterone ed estrogeni. Si presenta con differenze di colorito dal marrone chiaro a quello scuro che generalmente si localizzano su fronte, tempie, guance e labbro superiore. Può essere una condizione molto antipatica, per quanto non pericolosa per la salute. Spesso regredisce naturalmente dopo pochi mesi dal parto ma è possibile che permangano le macchie, quindi bisogna porre la massima attenzione;
  3. Calore e disidratazione: quando le temperature si alzano e si suda abbondantemente si rischia di perdere liquidi e di disidratarsi con facilità. Per prendere il sole in gravidanza non dimenticare di bere molta acqua ed evitare la disidratazione mantenendo il corpo fresco;
  4. Gonfiore: la circolazione ha bisogno di essere aiutata durante la dolce attesa ed è molto comune avere piedi e gambe gonfie man mano che aumentano le settimane di gestazione. Le radiazioni solari possono provocare un maggiore effetto vasodilatatore e peggiorare la stasi delle vene. Si può prendere il sole il gravidanza ma è importante evitare le ore più calde e l'esposizione diretta, per non aggravare questi fastidi molto comuni.

Sole e gravidanza nel primo trimestre: è necessaria più attenzione?

Se sei nel primo trimestre e vuoi prendere il sole, ti raccomandiamo massima prudenza perché i primi tre mesi di gestazione sono quelli in cui disidratazione, affaticamento, colpi di calore o insolazioni possono avere effetti negativi sul corretto sviluppo del tuo bimbo e sulla tua salute. Durante il primo trimestre il corpo comincia ad accusare i cambiamenti imminenti, seppur in maniera appena accennata: il seno comincia a ingrandirsi, aumenta la stanchezza e la sonnolenza, le nausee hanno la meglio ma è anche un periodo importantissimo per la salute di mamma e bambino che getta le solide fondamenta per tutta la gravidanza a venire. Ascolta il tuo corpo che ti comunica la necessità di rallentare e poni attenzione alla cura di te. La tua pelle sarà più sensibile, tendente a macchiarsi e tu sarai più suscettibile al calore e sentirai maggiormente la stanchezza. Eccoti qualche consiglio:

  • Non ti esporre tra le 11.00 e le 16.00: evita questi orari perché ti espongono al peggio che il sole può offrirti. La maggiore presenza di raggi UVB stimola la produzione della melanina e crea danni alla pelle;
  • SPF50: protezione solare viso e corpo non devono assolutamente mancare e devi applicarle e riapplicarle generosamente e religiosamente ogni due ore, ogni volta che fai un bagno o se ti accorgi di aver sudato Eviterai l'annidarsi di macchie solari e manterrai la pelle protetta;
  • Bevi: il ginecologo te lo avrà detto, hai bisogno di tanti liquidi. Prediligi l'acqua liscia e le bevande non zuccherate. Mantieniti idratata e goditi le belle giornate con il sorriso.

Cosa succede se ti scotti al sole in gravidanza?

Ti sei addormentata al sole? Hai fatto la tua doccia serale dopo una bella giornata di mare e senti il pancione che pizzica, prude e noti una bella scottatura? Non preoccuparti, l'esposizione al sole in gravidanza può portare facilmente a sensibilizzazioni, questo perché, in questo periodo della vita, la pelle è più sottile e delicata e non sempre si riesce a proteggerla nel migliore dei modi.

Prima di tutto sentiti tranquilla rispetto alla salute del/la piccolino/a in grembo: il liquido amniotico si occupa di mantenere la temperatura e la sua cute è riparata dal sole sia dalla parete dell’utero sia dallo stesso liquido amniotico. Se la scottatura è importante e molto fastidiosa, senti il tuo ginecologo e valuta l'assunzione di farmaci (ad esempio antistaminici o pomate specifiche). Se invece non c'è bisogno di ricorrere ai farmaci aiutati con rimedi semplici e naturali come l'utilizzo di amido di riso sciolto nell'acqua del bagno o usa uno spray di acqua termale per placare il prurito e restituire idratazione e morbidezza. Creme lenitive a base di ingredienti altamente emollienti e restitutivi come Aloe, Glicerina, Pantenolo, Calendula, Burro di Karitè e Olio di Mandorle dolci, faranno al tuo caso, per restituire alla pelle sollievo e calmare prontamente le sensazioni spiacevoli. Non esporre la pelle per i giorni successivi, fino a quando non sentirai nuovamente un'epidermide in comfort.

È sempre opportuno, e in gravidanza più che mai, esporsi al sole con la massima prudenza e adottare tutte le precauzioni utili per evitare scottature:

  • evita le ore centrali della giornata;
  • indossa cappelli e vestiti con trama anti uv;
  • prediligi un costume intero;
  • elimina salsedine e cloro appena possibile con un bella doccia post bagno;
  • applica la crema solare in abbondanza ogni 2 ore;
  • mantieniti sempre idratata.

Il pancione esposto al sole può fare male al bambino?

Prendere il sole sulla pancia in gravidanza può avere qualche ripercussione negativa sul piccolino in crescita? Diciamo un bel no, nessun allarme deve scattare nelle donne in dolce attesa: il feto cresce e vive nel liquido amniotico, in un ambiente full optional in cui la temperatura è mantenuta sempre costante. Con piccoli accorgimenti non ci sarà nessun motivo di cui preoccuparsi e godere di un momento di relax più che meritato:

  • indossa un costume intero o un pareo leggermente inumidito per mantenere la zona della pancia sempre fresca e protetta dal sole e ogni tanto rifugiati all'ombra per non accumulare troppo calore;
  • ciò che può influire davvero sulla salute del feto è la disidratazione, l'affaticamento e le insolazioni quindi bisogna mettere in atto tutto ciò che serve per evitarle;
  • alterna bagni al mare e in piscina a docce, lettino al sole e ombra, condendo il tutto con un'abbondante dose di crema solare con SPF50+;
  • non rimanere a lungo nella stessa posizione ma cerca di fare delle camminate in acqua per aiutare la circolazione messa a dura prova dal caldo e dagli ormoni:
  • oltre al pancione, ricorda di avere particolare cura di viso, seno e gambe, tre zone molto soggette a cambiamenti importanti durante la gravidanza.

Durante i primi mesi di gravidanza si può prendere il sole mantenendo alta la soglia di attenzione per salvaguardare la salute del feto. Durante il secondo e il terzo trimestre la stessa attenzione va mantenuta per preservare la tua pelle, mamma, dalle macchie solari.

In definitiva non c'è nulla di cui preoccuparsi: il sole non può far male al bambino che porti in grembo nè a te, ma un'esposizione moderata, protetta e consapevole può apportare solo benefici. Gravidanza e sole al mare possono assolutamente andare d'accordo!

Insomma: ci si può abbronzare in gravidanza?

Diciamo la verità, un po' di colore ti fa sentire subito più bella e questo è ancora più importante in gravidanza, periodo in cui l'umore fa su e giù e lo specchio rimanda un'immagine che non conosci bene e che spesso si fa fatica ad accettare. Se hai sempre amato la tintarella non è il caso di rinunciarci ma nemmeno di inseguirla a tutti i costi durante la gravidanza: opta per una meravigliosa pelle baciata dal sole e illuminata dalla spensieratezza delle giornate all'aperto. Senza stare ore sulla sdraio o in acqua alla ricerca dell'abbronzatura perfetta, goditi il sole nelle fasce orarie più "salutari" senza mai dimenticare l'Spf: la tua pelle sarà meno stressata dai raggi solari, potrai prevenire le macchie ed evitare al tuo pancione una bella scottatura. Scommettiamo che riuscirai comunque ad avere un colorito meraviglioso?

Come proteggere il pancione dal sole: i prodotti solari consigliati dai farmacisti Dr. Max

In qualsiasi momento dell'anno è importante proteggere la propria pelle dal sole ma spesso, durante la gravidanza, si fa fatica a scegliere il prodotto più adatto, per paura di sbagliare o di acquistare cosmetici non abbastanza sicuri. Affidati al catalogo Dr. Max dedicato alla protezione solare corpo :

1. La Roche Posay Anthelios Gel Pelle Bagnata 50+: perfetta se ami le texture che si assorbono in un attimo, che non creano spessore o scia bianca e che permettono una gestualità rapida di applicazione e riapplicazione, anche su pelle bagnata;

2. Fotoprotector ISDIN Gel-Crema Solare SPF 50+: ha una consistenza leggera e fondente e offre un altissimo grado di protezione con filtri solari performanti e adatti alla pelle di tutta la famiglia;

3. Rilastil Olio Dermatologico Spf50+ 200 ml: olio corpo idratante e protettivo adatto anche alle pelli più sensibili, regala una pelle morbida, nutrita e luminosa, per una coccola con un fattore di protezione 50+;

4. Vichy Capital Soleil Latte Solare Eco-Sostenibile SPF 50+: un solare in crema con una formulazione attenta al benessere della pelle e dell'ambiente. Resistente all'acqua, non lascia scia bianca e offre una protezione molto alta con una composizione ricca di acido ialuronico e acqua vulcanica Vichy;

5. Heliocare 360° Fluid Spray Corpo SPF50: uno spray solare pratico e agevole da applicare che protegge dai raggi UVA/ UVB,IR-A con un fattore Pa ++++, spf50+. La sua formula contiene un composto di polifenoli dall'azione antiossidante, lenitiva e idratante;

6. Uriage Barièsun Crema Minerale SPF 50+: per le pelli intolleranti, sensibili e allergiche al sole, la protezione solare minerale Uriage dona idratazione, benessere ed è stata concepita proprio per la cute più fragile. Protegge dal sole e si assorbe rapidamente garantendo la massima sicurezza. Resistente all'acqua.

Prenditi cura del tuo viso con un solare specifico che possa esserti comodo in città, al mare o in piscina, con texture e caratteristiche adatte alle tue esigenze:

1. Bionike Defence Sun Crema Viso Fondente SPF 50+: crema viso confortevole e delicata che protegge e si prende cura della pelle secca e normale;

2. La Roche Posay Anthelios XL Gelcrema Senza Profumo SPF 50+: dal tocco secco, senza profumazioni, combatte la lucidità e resiste all'acqua con una forte azione antiossidante e anti sebo. Perfetta per le pelli miste grasse o tendenti alle imperfezioni;

3. Miamo Active Defense Nude Sun: uno stick pratico da tenere sempre a portata di mano per applicare e riapplicare l'Spf quando si è in movimento. Consigliato per le zone più sensibili come contorno occhi, contorno labbra, fronte, sopracciglia, naso, décolleté, per non abbandonare alle grinfie del sole i punti più delicati del corpo. Ottimo al mare ma anche in città durante tutto l'anno.

E allora goditi pure il sole con il pancione e non avere timori: il sole in gravidanza non è dannoso né controindicato ma, anche solo in piccole dosi, è fondamentale per la vitamina D e per lo sviluppo del/la piccolo/la. Con le dovute attenzioni potrai non rinunciare a un bel colorito anche quest'anno e immaginare la prossima estate con piscinetta e cappellino per il nuovo bebè in arrivo!

 

 

Bibliografia:

-Filoni A, Mariano M, Cameli N. Melasma: How hormones can modulate skin pigmentation. J Cosmet Dermatol. 2019 Apr;18(2):458-463. doi: 10.1111/jocd.12877. Epub 2019 Feb 18. PMID: 30779300.

-Handel AC, Miot LD, Miot HA. Melasma: a clinical and epidemiological review. An Bras Dermatol. 2014 Sep-Oct;89(5):771-82. doi: 10.1590/abd1806-4841.20143063. PMID: 25184917; PMCID: PMC4155956.

-https://www.materdei.it/mare-e-sole-in-gravidanza-qualche-consiglio-utile/

-U. Borellini, Manuale di Cosmetologia, Dalla dermocosmesi funzionale alla cosmeceutica, Edizioni Edra 2018.

-Piętowska Z, Nowicka D, Szepietowski JC. Understanding Melasma-How Can Pharmacology and Cosmetology Procedures and Prevention Help to Achieve Optimal Treatment Results? A Narrative Review. Int J Environ Res Public Health. 2022 Sep 24;19(19):12084. doi: 10.3390/ijerph191912084. PMID: 36231404; PMCID: PMC9564742.

-(1)Tyler KH. Physiological skin changes during pregnancy. Clin Obstet Gynecol. 2015

Domande e curiosità

Perché non si può prendere il sole in gravidanza?
Quanto stare al sole in gravidanza?
Quando si è incinta si può andare al mare?
Cosa succede se ti scotti al sole in gravidanza?
Come esporsi al sole in gravidanza?
Quando è sconsigliato prendere il sole?
Come abbronzarsi in gravidanza?
Circa l'autore
Dott.ssa Annalisa Lepore
Dott.ssa Annalisa Lepore
Amo la cosmetica, il trucco e le fragranze dacché ho memoria. Da circa dieci anni la mia passione è diventata il mio lavoro e, dopo aver conseguito con lode la laurea magistrale in Filosofia all’università La Sapienza, mi sono occupata della formazione e promozione di brand di skincare a make up in farmacia e profumeria. Mi sono poi diplomata come makeup artist presso una scuola internazionale di trucco e, grazie alla mia esperienza e al mio percorso formativo, ho collaborato con vari brand di cosmesi di lusso sul territorio di Roma. Ritengo che la bellezza sia nascosta dietro la cura quotidiana e che ogni gesto possa produrre gentilezza, in primis verso noi stessi. Mi piace pensare che la complessità di ogni donna e uomo sia intrecciata a doppio nodo con la frivolezza di un siero o una maschera viso e credo nel potere salvifico di un tocco di mascara e rossetto. Sono anche mamma di un piccolo tornado in crescita e questo mi ha permesso di scoprire un intero mondo a me prima sconosciuto. Dal 2022 scrivo contenuti per Dr. Max su argomenti inerenti benessere, skincare, make up e mondo mamma- bambino.
Leggi di più da questo autore
Circa l'autore
Dott.ssa Annalisa Lepore
Dott.ssa Annalisa Lepore
Amo la cosmetica, il trucco e le fragranze dacché ho memoria. Da circa dieci anni la mia passione è diventata il mio lavoro e, dopo aver conseguito con lode la...
Leggi di più da questo autore